Ottimizzazione SEO: differenza tra SEO on page e SEO off page

    La SEO rappresenta una delle branche del Digital Marketing da non sottovalutare: dall’ottimizzazione SEO per motori di ricerca dipenderanno sia il ranking che, di conseguenza, il successo del sito web; successo che è fondamentale soprattutto se il sito interessato è un sito web aziendale. Ma l’ottimizzazione SEO è anche un argomento controverso, e la sua terminologia desta spesso dei dubbi.

    Ecco perché abbiamo ritenuto opportuno analizzare due differenti approcci alla SEO: la SEO on page e la SEO off page. I contenuti ottimizzati in ottica SEO, infatti, possono essere elaborati a due differenti livelli.

    Possiamo infatti definire la SEO come composta da queste due sottocategorie principali: on-page e off-page. Si tratta di due aspetti differenti, ma entrambi fondamentali per una strategia SEO di successo.

    Cos’è la SEO on page e perchè è importante per l'ottimizzazione SEO

    La SEO on page si occupa di realizzare contenuti ottimizzati per le pagine che compongono il sito web: l’obiettivo dell’ottimizzazione SEO tecnica delle pagine web è il miglioramento del ranking a livello della SERP, la pagina dei risultati di ricerca.

    Curare la SEO on page significa ottimizzare i seguenti elementi che compongono le pagine di un sito web:

    • Tag Title
    • Meta Description
    • Url
    • Parole chiave
    • Anchor text
    • Heading tag
    • Mappa XML del sito

    Il tag title, la meta description ma anche l’URL (che, se adeguatamente ottimizzato, viene definito “parlante”) permettono sia ai motori di ricerca, sia agli utenti di comprendere di cosa parla il sito che stanno visitando. Si tratta dei fattori che incidono maggiormente nella SEO, e devono essere ottimizzati tenendo conto del quarto elemento della lista: le parole chiave.

    Le parole chiave aiutano infatti i motori di ricerca a classificare i risultati di ricerca, e a restituire agli utenti quelli pertinenti con la ricerca appena fatta. Una corretta strategia SEO non può non tenere conto della corretta ricerca delle parole chiave che potrebbero, potenzialmente, indirizzare al proprio sito il maggior volume di traffico organico qualificato.

    I contenuti ottimizzati correttamente possiedono anche degli anchor text, termine che si riferisce alle parole cliccabili all’interno del testo, utilizzate per collegare una pagina web a un'altra, e degli heading tag, o tag di intestazione. Questi ultimi sono gli elementi che suddividono il testo in paragrafi e sottoparagrafi, assicurando ai visitatori una sorta di guida all’interno del testo.

    L’ultimo elemento fondamentale della SEO on page è la mappa XML del sito, utile ai motori di ricerca per eseguire la scansione del sito in modo intelligente.

    Oltre agli elementi già citati, fanno parte della SEO on page tutte quelle azioni di ottimizzazione SEO che permettono di migliorare le prestazioni del sito, come la velocità e la versione mobile.

    Come migliorare la SEO off page

    Se la SEO on page si riferisce a tutte le azioni che possono essere compiute in maniera diretta sul sito stesso, la SEO off page comprende tutte le azioni intraprese al di fuori del sito che influiscono sul posizionamento nei motori di ricerca e, dunque, sul traffico organico.

    La SEO off page si concentra su quella che viene definita link building: il numero di link (ma anche la loro qualità) che re-indirizzano ad un determinato sito web ha infatti influenza positiva sul ranking dei risultati di ricerca in SERP del sito stesso per le parole chiave pertinenti.

    Purtroppo, curare la SEO off page può risultare particolarmente critico, in quanto non abbiamo un margine di controllo elevato sui link naturali che puntano alle pagine del nostro sito. Eppure, anche la SEO off page è fondamentale per una completa strategia SEO e per poter aumentare la Domain Authority del proprio sito.

    Come assicurarsi dunque una serie di link esterni che puntino al proprio sito web? Le opzioni sono molte:

    • creare contenuti di valore, che invoglino le persone a linkare
    • condividere i contenuti sui social media per incrementare le condivisioni
    • collaborare con influencer del proprio settore
    • utilizzare il guest blogging

    Se ti interessa quest’ultimo argomento, sappi che gli abbiamo dedicato articolo apposito: leggi qui se vuoi sapere cos’è un guest post e come sfruttare il guest post blogging.

    Adesso sai qual è la differenza tra SEO on page e SEO off page e come incidono sull’ottimizzazione SEO. Se sei interessato ad aggiornare la tua strategia SEO, ti consigliamo di leggere anche l’articolo su come ottimizzare un sito web!

    Copyright © 2019 Gruppo DiGi - Venduto e distribuito da PPM3

    Privacy Policy Cookie Policy

    Articoli Seo